Archivio

Archivio Ottobre 2004

Buon Halloween

27 Ottobre 2004 Commenti chiusi


Anche se non completamente d’accordo Silves augura a tutti Buon Halloween!

Categorie:Argomenti vari Tag: ,

L’arcobaleno vero e quello costruito

26 Ottobre 2004 Commenti chiusi


Per il nostro racconto della settimana abbiamo scelto: “l’arcobaleno”. Il tema era: “un’avventura con un mio amico”.

Era una brutta giornata, pioveva ed io non sapevo cosa fare, allora sono corsa da mia mamma per dirle se potevo andare a casa della mia amica Ariella.
Arrivata a casa sua ci venne l?idea di costruire un arcobaleno.
Incominciammo a lavorare, io ritagliavo il cartoncino e lei lo decorava, quando fu finito era ora di andare a casa.
Ariella mi accompagnò e quando scendemmo in strada vedemmo l?arcobaleno, quello vero, in cielo.
Così me ne andai via felice dell?arcobaleno che avevamo costruito e di quello che avevamo visto.

Poesia abbecedario

24 Ottobre 2004 Commenti chiusi


Angela
Basta
Cosa sai fare oltre che gridare
Dimmelo subito
E fai
Girare le cose
Immagina che devi fare i compiti
Lesta a pensare
Mi devi fare perdere tempo
No non puoi farlo
Ora vai via non ti voglio più vedere
Piccola guastafeste
Questa volta sei stata veramente rompiscatole
Ridi
Sempre
Tanto
Urli
Vale la pena?
Zitta Zitta che fai meglio!

Il criceto resuscitato

18 Ottobre 2004 Commenti chiusi


Una volta un amico di mio papà doveva occuparsi della casa e del boxer di un suo conoscente. Un giorno, come da accordi, andò in quella casa per bagnare i fiori, dare da mangiare e bere al cane ecc. Poi lasciò da solo il boxer mentre annaffiava.
Ad un certo punto lo vide con qualcosa in bocca. Orrore! IL CRICETO!
Che hai fatto! Il criceto del suo conoscente era morto. Come dirlo al suo amico? Ebbe un’idea, il giorno dopo andò in un negozio di animali e comprò un criceto identico a quello morto. Poi ritornò a casa del suo amico e lo mise nella gabbietta. Qualche giorno dopo il suo amico ritorna a casa e trova il nuovo criceto.
Quello che non sapeva l’amico di mio papà era che il criceto era già morto prima che il suo amico partisse, il boxer lo aveva tirato fuori dal giardino dove lui lo aveva seppellito.
Gianni (il padrone del criceto) va al bar e dice a miò papà: ” Sai che mi è successo? Prima di partire il mio criceto era morto ora è resuscitato!”

Chi siamo e cosa facciamo in questo spazio

18 Ottobre 2004 Commenti chiusi


Chi siamo

Siamo un gruppo di ragazzi della Scuola media di Corneliano d’Alba approfittiamo di questo spazio per aumentare il numero dei nostri potenziali lettori. E’ diverso scrivere per tanti piuttosto che per uno solo(il prof.).

Cosa facciamo

Abbiamo cominciato (e continueremo) a “riscrivere” l’Odissea (alla fine dovrebbe venir fuori una specie di libro, e inoltre sul blog metteremo le nostre esercitazioni come i calligrammi che abbiamo postato nei giorni scorsi.

Raccontare

I racconti che seguono sono il frutto di un nostro spazio fisso settimanale. Una volta a settimana sorteggiamo un re o una regina che stabilisce un tema. Ognuno di noi deve preparare un racconto sull’argomento scelto e poi raccontarlo agli altri.
Il primo argomento è stato “gli animali”. La storia che abbiamo scelto è “Il criceto resuscitato”.

Stefanjia

11 Ottobre 2004 1 commento


Anche se non si conosce l’italiano si possono fare dei calligrammi mescolando un po’ le lingue.

Categorie:Argomenti vari Tag:

Rafael

11 Ottobre 2004 Commenti chiusi


Ho i capelli come erba che cresce nei campi verdi dei contadini coltivatori che zappano sudano tutto il giorno. Ho le sopracciglia di grano maturo il naso come una patata cresciuta nella terra zappata da mio nonno sudando.

Categorie:Argomenti vari Tag:

Calli calli calligrammi

11 Ottobre 2004 Commenti chiusi


I capelli come fili d’erba e appuntiti come lame gli occhi come binocoli che vedono ogni cosa marroni come castagne appena cadute Le orecchie sono sonar che sentono i rumori più fini il naso è poliziotto che ferma gli odori cattivi le labbra uscieri della bocca robusti e forti.

Categorie:Argomenti vari Tag: ,

Mauro

9 Ottobre 2004 Commenti chiusi

Ho capelli come erba troppo cresciuta o meglio aghi flessibili. Codino lungo come un baobab sfilacciato e annodato. Occhi fini ma molto percettivi. Naso percepente odori di cibo bocca golosa sempre pronta a mangiare.

Categorie:Argomenti vari Tag:

I calligrammi

9 Ottobre 2004 Commenti chiusi


Sono disegni fatti con le parole. Corrado Govoni ne ha fatto uno famosissimo rappresentante il suo autoritratto. Ecco i nostri.

Categorie:Argomenti vari Tag: