Archivio

Archivio Gennaio 2012

I classici che si leggono a scuola sono ancora validi e hanno ancora attinenza con la realtà?

23 Gennaio 2012 Commenti chiusi


Nelle scuole si leggono ed analizzano poemi classici che sono stati scritti anche molto tempo fa  come ad esempio l’ Iliade,opera di Omero che narra le vicende di una guerra avvenuta intorno al nono secolo avanti cristo. Il problema è che gli allievi, dovendo studiare queste opere classiche, possano domandarsi se queste ultime si attengano ancora alla realtà e li possano coinvolgere in qualche modo.

Anche a me è sorto questo dubbio e ritengo che questi poemi siano,in qualche modo,ancora attuali perché,studiando l’ Iliade,ho capito che basta leggere attentamente il poema per estrapolare dei concetti di cui si sente parlare ancora oggi nell’ attualità.

Ad esempio all’inizio dell’Iliade Omero cita due donne:Criseide e Briseide che sono rispettivamente le schiave dell’eroe acheo Agamennone e di Achille,l’ altro eroe greco.

Secondo un indovino,per placare la peste mandata da Apollo agli Achei,Agamennone avrebbe dovuto restituire Criseide al padre. Quindi la donna,resa schiava,viene vista come un oggetto che si può vendere o comprare tranquillamente per interessi personali.

Purtroppo la schiavitù è un fenomeno che esiste ancora oggi,infatti l’associazione “Terre des homnes” ha affermato che nel mondo gli schiavi sono dodici milioni,concentrati principalmente nel subcontinente indiano. Infatti in stati come Pakistan o Afghanistan vengono venduti persino dei bambini che svolgono lavori pesanti o vengono sfruttati sessualmente per pagare i debiti dei genitori.(Wikipedia)

Inoltre il fatto che Omero citi due ragazze come schiave evidenzia la disparità tra uomo e donna che,purtroppo,è ancora presente nella società attuale soprattutto nei paesi in via di sviluppo,ma anche in quelli in cui vige la legge dell’ uguaglianza.

Nell’Iliade si parla di un vecchio guerriero,Tersite,il quale si era ribellato ai suoi comandanti rifiutandosi di combattere.

Tersite era un uomo dall’ aspetto sgradevole,trasandato e,solo per questo,era stato considerato stolto ed era deriso da tutti.

Purtroppo anche nella società attuale sono presenti discriminazioni di questo tipo,ossia molte volte le persone giudicano fermandosi all’apparenza di chi hanno di fronte senza conoscere l’essenza interiore della persona,i suoi pregi.

Infatti,Tersite non era ignorante,ma aveva dimostrato di avere un gran coraggio.

Alcuni  potrebbero dire che duelli tra eroi  come quelli descritti nell’Iliade e la guerra non fanno parte della nostra quotidianità,non ci sono più.

Però bisogna riconoscere che la guerra è un fenomeno che ci circonda,basta accendere la televisione per vedere che,ancora oggi,ci sono battaglie sanguinose e violente.

Inoltre Omero collega la guerra a sentimenti ed emozioni che non possono invecchiare con il tempo. Ad esempio nel settimo canto si parla di Andromaca,la moglie dell’ eroe troiano Ettore.La donna,con il dialogo commuovente,cercava di convincere il marito a non tornare a combattere,ma di restare con lei e con il loro figlioletto. Ettore però era un eroe e doveva dare la precedenza alla salvezza del suo popolo rispetto agli affetti.

Anche nel diciottesimo canto Teti,la madre di Achille,implorava il figlio di non tornare sul campo di battaglia perché sapeva che sarebbe morto,ma anche l’ eroe greco non doveva fuggire dal suo compito di guerriero.

Quante donne,ancora oggi,staranno soffrendo per la partenza di un loro caro che è costretto a combattere? Questo non accade solo negli stati in cui c’ è una guerra in corso,ma è avvenuto anche in Italia.Basta tornare un po’ indietro nel tempo fino alla Seconda Guerra Mondiale e,come ci possono raccontare i nostri nonni, sentir parlare di famiglie distrutte,di giovani ragazzi in partenza verso l’ ignoto,verso la loro morte.

Elena

Categorie:Argomenti vari Tag:

Prepariamoci ai libri digitali

23 Gennaio 2012 Commenti chiusi

Record di download in soli 3 giorni per i libri scolastici di Apple e iBooks Author

di Daniele Piccinelli | 23-1-2012

In soli 3 giorni dal lancio i libri di testo digitali di Apple sono stati scaricati 350mila volte mentre iBooks Author è stato scaricato 90mila volte. Le rilevazioni effettuate da Global Equities Research non fanno distinzione tra download gratuiti e a pagamento ma, secondo i ricercatori, testimoniano il grande interesse per i nuovi strumenti educational proposti da Cupertino.

Ancora una volta i prodotti e i servizi Apple e l’intuizione di Steve Jobs sembrano aver colpito nel segno: nei soli primi tre giorni dal lancio sono stati scaricati oltre 350.000 libri di testo digitali di Apple mentre iBooks Author, lo strumento gratuito per creare i libri di testo, è stato scaricato circa 90mila volte. Le rilevazioni e i primi numeri sono forniti da Global Equities Research e riportati da AllThingsD. I dati sono stati ottenuti grazie al sistema di monitoraggio di proprietà della società di ricerca per i download dei libri su iBook, ma non offrono una suddivisione tra i download effettuati a pagamento e quelli invece delle copie omaggio.

Ricordiamo che iBooks Author che permette di creare in modo facile e intuitivo libri di testo scolastici può essere scaricato gratuitamente da Mac App Store. I primi libri di testo scolastici, digitali e interattivi, invece sono per il momento disponibili solo negli Stati Uniti realizzati da Pearson, McGraw Hill, Houghton Mifflin Harcourt e DK Publishing, gli editori partner di Apple per il lancio. Nell’unica biografia autorizzata di Steve Jobs di Walter Isaacson, il co-fondatore della Mela dichiara che uno dei settori che desiderava rivoluzionare era proprio quello dei testi scolastici, giudicati troppo costosi e poco interessanti per gli studenti di oggi.

Anche se le rilevazioni di Global Equities Research non precisano quindi quante copie Apple ha venduto rispetto ai download delle versioni dimostrative gratuite, secondo Trip Chowdhry, analista della società, i risultati iniziali rappresentano una dimostrazione della “Ricetta del successo Apple nell’industria dei libri di testo”. In sostanza anche se il numero delle vendite effettive rimane da appurare, l’elevato volume dei download conferma il grande interesse per la nuova iniziativa e le soluzioni della Mela in questo settore.
iBooks AuthoriBooks Author

Categorie:Argomenti vari Tag: